Missione di un ufficiale sciglianese in Afghanistan

Categoria principale: News
Categoria: News & Foto
Creato Domenica, 21 Agosto 2005 02:00
Ultima modifica il Giovedì, 16 Gennaio 2014 23:24
Pubblicato Martedì, 05 Ottobre 2010 22:47
Visite: 2860
Dopo piu’ di tre mesi di intensa attività’ operativa, la Task Force “COBRA”inviata in AFGHANISTAN per le elezioni presidenziali ha fatto rientro in Italia nel novembre del 2004.

Di questa Task Force hanno fatto parte 500 alpini , piu personale di altre unita’ altamente specializzate proveniente da altri reparti ; erano presenti un plotone “Ranger” del Battaglione Alpini Paracadutisti “Monte Cervino” , un plotone trasmissioni del 2° Reggimento Trasmissioni di BOLZANO , due Distaccamenti Acquisizione Obiettivi del 185° Reggimento RAO della Brigata “FOLGORE” , un team IEDD (anti sabotaggio) e due team EOD (bonifica ordigni esplosivi) composto da personale proveniente da diversi reparti del genio, comandati da un Incident Commander (Cap. Luigi FERRIERI ) del Reggimento Genio Ferrovieri di CASTELMAGGIORE (BO).

 

L’unita’ era giunta in AFGHANISTAN alla fine di agosto con il compito di supportare la missione ISAF durante il periodo delle elezioni presidenziali.
L’operazione, detta “SPARVIERO” e’ stata contraddistinta da innumerevoli attività’ svolte di concerto con le unita’ delle altre nazioni, aveva come obbiettivo quello di garantire una adeguata cornice di sicurezza e di consentire alla popolazione afgana di andare al voto con maggiore serenita’ e successivamente di mantenere il territorio controllato anche nel dopo elezioni.

A prova del clima di tranquillità’ di queste elezioni, la massiccia affluenza alle urne, sintomo che la popolazione afgana si e’ sentita sufficientemente sicura e protetta.
La vasta area di operazioni in cui il contingente ha lavorato comprendeva tutta la provincia di KABUL , a nord fino ai distretti di KALAKAN e QUARABAGH , ad est fino al distretto di SHAKARDARA ed a sud fino al distretto di BAGRAMI e KHAKI JABBAR spingendosi fino al difficile distretto di SUROBI dove il 3 di ottobre dello scorso anno, e’ deceduto a causa di un incidente, al rientro da una pattuglia, il C.le Magg.Giovanni BRUNO alpino del 3° Reggimento , ricordato nei primi giorni di novembre , durante la cerimonia che ha intitolato a lui la palazzina dove ha alloggiato la Task Force COBRA , all’interno di Camp Invictia.

 

Momento fondamentale della missione il giorno delle elezioni che ha visto i reparti della Task Force impegnati oltre al pattugliamento di tutte le strade piu’ importanti anche nella costituzione di una forza di pronto intervento in caso di necessita’ al centro di KABUL.
Gli uomini del Battle Group hanno cosi contribuito al successo delle elezioni che hanno rappresentato un momento storico per l’AFGHANISTAN in quanto e’ stato il primo passo tangibile verso un futuro piu’ stabile e piu’ democratico.

Cap.Luigi FERRIERI

Condividi